Reggio Calabria
 

La solidarietà del Gal Area Grecanica alla Cooperativa Terre Grecaniche

Il Consiglio di Amministrazione di Amministrazione del GAL "Area Grecanica" esprime il proprio sdegno per l'atto criminale e la massima solidarietà ai soci della Cooperativa Terre Grecaniche, che nei giorni scorsi è stata oggetto di un grave atto criminale, che indirettamente colpisce tutto il nostro territorio, un territorio già fragile ma che la volontà e l'iniziativa di tanti sta cercando di fortificare. Sia la cooperativa in causa, sia tutta l'Area Grecanica non meritano questo tipo di atteggiamento, che non fa altro che provocare danni economici ingenti alle imprese agricole che già stentano a coprire i costi di produzione e che in un solo colpo vedono sfumare il frutto del lavoro e denigrare sempre più il territorio. Ad essere colpito oltre al settore agricolo anche il comparto sociale, in quanto la cooperativa sul territorio collabora con una rete di imprese che si occupano, inoltre, di turismo sociale e sviluppo. Infatti è socia del Consorzio Macramè (Consorzio di cooperative sociali impegnate nella promozione umana, nell'assistenza e nell'inserimento sociale e lavorativo di persone fragili e svantaggiate), di Pucambù (Agenzia per lo Sviluppo del Turismo Sostenibile della Calabria Greca ) e di Libera.

Una vile azione che si è verificata proprio in questo momento di emergenza causata da una crisi sanitaria senza precedenti a causa del COVID 19, che ha originato un brusco stop a tutte le attività, trascinando in sofferenza la filiera agro/alimentare e turistico sociale, realtà essenziali per il territorio. Il GAL è convinto che proprio in questo momento incrementare il rapporto con la terra diventa fondamentale per una ripartenza della filiera agroalimentare e turistico/sociale. Tutti i soggetti istituzionali, imprenditoriali e sociali che a vario titolo sono promotori e protagonisti dello sviluppo del territorio devono sentirsi portatori di una più diffusa consapevolezza delle responsabilità di ognuno. Il CdA del GAL Area Grecanica sta attivando le procedure che in un prossimo futuro permetteranno alle aziende di beneficiare dei bandi del PSR Calabria 2014/2020 PAL "Area Grecanica", utili ora più che mai, al sostegno e al rilancio di un tessuto produttivo più che mai sofferente e con il rischio per parecchie imprese di essere fatale. Cosciente di tali criticità, il GAL si farà promotore presso la Regione Calabria di proposte concrete affinchè a supporto delle disponibilità del PAL si programmino, con gli strumenti idonei, importanti risorse che effettivamente possano supportare lo sviluppo socio-economico e produttivo dell'area grecanica. In tal senso, non appena l'emergenza lo permetterà, chiederemo un apposito tavolo di lavoro ai referenti politico-amministrativi della Regione Calabria" afferma il presidente Domenico Penna.