Truffe e riciclaggio dietro la “dolce vita” di una famiglia calabrese a Roma: sequestrati beni per 10 mln di euro

guardiadifinanza1205Conti correnti, ville, aziende, terreni, perfino una barca a vela e un noto locale notturno della movida romana. Hanno un valore stimato di 10 milioni di euro i beni sequestrati dai finanzieri del Comando provinciale di Roma ad una famiglia di origini calabresi accusata di numerosi reati. Il provvedimento, disposto dal Tribunale di Roma - Sezione Specializzata Misure di Prevenzione, e' stato eseguito tra le province di Roma, Reggio Calabria, Frosinone, Latina, Livorno e Milano.

I beni sequestrati nell'ambito dell'operazione denominata "Dolce Vita",risultano, a vario titolo, nella disponibilita' del nucleo familiare, da anni residente a Roma e provincia, composto da Francesco Mercuri, capostipite "imprenditore" ottantottenne, dalla moglie Carmela Fazzari ottantenne e dai due figli Giuseppe Mercuri di 53 anni - attualmente in carcere - e Angelo Mercuri, 51 anni, tutti gravati, a partire dagli anni '80, da precedenti penali e numerose sentenze definitive di condanna per reati contro il patrimonio, l'economia e la fede pubblica commessi, anche in forma associativa, nella provincia della capitale. Il provvedimento, eseguito dalla Compagnia di Frascati, costituisce l'epilogo di complesse indagini economico-patrimoniali condotte, ai sensi del "Codice Antimafia", sotto la direzione della procura di Roma, e si fonda sul riconoscimento, a carico dei componenti della famiglia, di "un'allarmante pericolosita' sociale", in quanto "stabilmente dediti al compimento di attivita' delittuose compiute, nel corso di svariati anni, in forma associativa e altamente remunerativa".

Gli accertamenti compiuti dai finanzieri hanno consentito di "riscontrare - oltre alla escalation di condotte criminose poste" e "il compimento di numerosi reati (tra i quali furto, truffa, simulazione di reato, contrabbando, riciclaggio, ricettazione) - un rapporto di particolare sproporzione tra i redditi, pressoche' inesistenti, dichiarati e il patrimonio" accumulato. Patrimonio costituito da 24 beni immobili, tra villa, appartamenti e terreni, 32 auto, un'imbarcazione a vela, conti correnti, quote societarie, 5 societa' operanti nei settori immobiliare e del commercio di auto. Dalle indagini svolte dalle Fiamme gialle dei Castelli, in capo ai fratelli Mercuri e' emersa anche la gestione di un noto locale della movida romana, in zona Tiburtina, particolarmente attivo nell'organizzazione di eventi e concerti, anch'esso oggetto del sequestro. Numerosi i riscontri sull'altissimo tenore di vita tenuto dai destinatari del decreto, frequentatori assidui di esclusivi club in localita' di mare, spesso raggiunte a bordo della barca a vela "CiuCiu", definita dallo stesso Angelo Mercuri sui social network"un'imbarcazione foriera di grandi emozioni".

Creato Giovedì, 23 Maggio 2019 11:15