Reggio Calabria
 

Reggio, il gruppo Idem a Forza Italia: “Comandante Crupi risorsa preziosa, ma la legge impone avviso di mobilità aperto a tutti”

"In merito a quanto dichiarato ieri da alcuni Consiglieri di Forza Italia sulla vicenda del Comandante della Polizia Municipale è utile chiarire che l'Amministrazione comunale non ha in alcun modo manifestato l'intenzione di interrompere la convenzione con la Città Metropolitana per la permanenza in servizio del Comandante Crupi. Ci spiace sottolineare che evidentemente i consiglieri di Forza Italia dimostrano di non conoscere le vicende amministrative relative all'Ente che, seppur da consiglieri di opposizione, dovrebbero in qualche modo rappresentare. E' notorio infatti che la permanenza in servizio del Comandante Crupi, che ringraziamo per come ha saputo brillantemente guidare il comando reggino in questi due mesi di servizio, non poteva proseguire per via della normativa, a causa dell'impossibilità di destinare a lui delle indennità aggiuntive per il doppio ruolo ricoperto. Saremmo stati i primi a sostenere la necessità di garantire continuità al Comando confermando la scelta di Crupi, ma è evidente che l'ipotesi era impraticabile". E' quanto scrivono in una nota i consiglieri del Gruppo Idem rispondendo alle affermazioni rilasciate durante una conferenza stampa da alcuni consiglieri di Forza Italia.

"Nonostante lo straordinario lavoro prodotto dal Comandante durante il suo periodo di guida della Polizia Municipale reggina quindi - spiegano i consiglieri - la convenzione non poteva proseguire in virtù dell'indisponibilità dello stesso Comandante a proseguire, giustamente, il suo incarico senza che a questo corrispondesse un'indennità ulteriore. Ed a fronte dei pareri richiesti dalle amministrazioni comunale e metropolitana, nonché di casi simili individuati in altri Comuni del sud, questa ipotesi è risultata non percorribile. Il Comandante Crupi rimane quindi una validissima risorsa nel suo ruolo di guida della Polizia Metropolitana di Reggio Calabria, ma è chiaro che nel frattempo il Comune non è rimasto con le mani in mano ed ha inteso pubblicare, già diverse settimane fa, un avviso di mobilità, aperto a tutti, al fine di individuare la figura del Comandante, a tempo indeterminato ed in via definitiva, al fine di dare una guida stabile al Comando reggino".

"Ma non è tutto qui. Per fare in modo che il nostro Comando non rimanga a lungo senza una guida, l'Amministrazione comunale ha attivato una manifestazione d'interesse presso altri comuni calabresi affinché si possa individuare una figura che, in convenzione, possa ricoprire l'incarico di Comandante nelle more dell'espletamento della procedura di mobilità. E stando alle prime risposte pervenute sappiamo che questa strada darà i risultati sperati e che già dalla prossima settimana dovremmo avere novità in proposito".

"A questo punto però ci viene da chiederci: ma i consiglieri di Forza Italia che parlano di questa vicenda ci sono o ci fanno? Non si capisce infatti se chi parla in questo modo, rilasciando dichiarazioni pubbliche su una vicenda cosi delicata e complessa come quella del Comando reggino, sia a conoscenza di queste procedure, e quindi menta in maniera spudorata di fronte ai cittadini o al contrario, cosa probabilmente più grave, disconoscano completamente la vicenda e quindi si limitino a parlare a sproposito, senza nemmeno prima sentire il bisogno di informarsi presso gli uffici per mettersi a conoscenza in merito al percorso che l'Amministrazione ha inteso intraprendere. Riusciranno i nostri eroi, verrebbe da dire utilizzando la loro stessa ironia, dopo più di quattro anni di amministrazione, a leggere una delibera di Giunta? Se lo avessero fatto, prima di organizzare una conferenza stampa, ci saremmo risparmiati l'inutile esercizio di dover spiegare una cosa che loro stessi, da consiglieri comunali, dovrebbero sapere".