Catanzaro
 

Parco di Savutano, De Biase: “La città di Lamezia merita rispetto e impegni precisi”

"Sul parco di Savutano, dopo 10 anni di impegni e di promesse mancate, potremmo dire che il presidente Abramo renderà immediati ed esecutivi i lavori di un progetto anelato sotto tutte le amministrazioni comunali?". E' l'interrogativo che pone Salvatore De Biase, già presidente del consiglio comunale di Lamezia Terme.
De Biase aggiunge: "Prima dello scioglimento, il sindaco Mascaro ed il sottoscritto, quale presidente del Consiglio, crearono le condizioni per un sopralluogo con i vertici della Provincia di Catanzaro, con relativi impegni da assumere, sulla problematica Parco, poiché da tempo si mostrava evidente nel suo decadimento e abbandono. Abramo nell'occasione fu risoluto, come evidenziato anche da asseverazioni giornalistiche, che ne riportavano la solennità degli impegni assunti. Ieri, nella conferenza stampa che si è svolta nella sala consiliare del Comune di Lamezia Terme, gli impegni si sono riproposti. E l'idea che è prevalsa, è quella che Lamezia, per volontà ("vera"?) della provincia a guida Abramo, godrà di un polmone verde al centro della città, vicino alla Scuola Agraria; a ridosso di un quartiere simbolo e moderno, come quello di Savutano; vicino al comune, nei pressi dell'ospedale, nel cuore del centro direzionale, meglio conosciuto come Piano Api".

Ma De Biase specifica: "Questa volta c'è da fidarsi ? Nutro tanti dubbi! E per questo auspico che veniamo presto smentiti dai fatti! Partiamo proprio da questi ultimi. Saluto positivamente la sinergia dell'ente intermedio con la città del sindaco Mascaro, che per sua dimensione urbanistica è la spalla su cui la provincia deve poggiarsi; reputo altresì ottimo il progetto del Parco, mostrato e rimodulato e, soprattutto, ottimamente rappresentato agli organi di stampa e a tutti i presenti; altrettanto autorevoli sono le diversità delle promesse solenni che Lamezia ascolta da 10 anni (parco finanziato con il decreto ministeriale del 9 giugno del 2010). Allo stesso modo constato con particolare favore che per la seconda volta sono venuti in città Abramo ed il suo vice Montuoro a parlare del parco. Registro, invece, negativamente l'impegno assunto dalla Provincia di realizzare il parco ad una condizione: la vendita di alcuni beni immobili di sua proprietà. Non ci possiamo credere! Dopo dieci anni di vicende tribolate e di impegni disattesi, non è questa la risposta ed il rispetto che merita una grande città come Lamezia Terme. E dopo circa un anno dalla sua visita al parco, il presidente della Provincia è giunto a Lamezia per non aggiungere nulla di nuovo a quello che già sapevamo. Una pagina decennale di cattiva politica andava cancellata assumendo impegni precisi, veloci e calendarizzati".
"A questo punto – puntualizza De Biase - prevalgono dubbi e incertezze sulla realizzazione del parco. Basta ricordare a tal proposito, che una serie di beni di proprietà provinciali, seppur posti in vendita, non hanno avuto riscontro. Pur tuttavia, come dice una vecchio motivo, 'metti un poco di zucchero e la pillola va giù'...e la 'speranza è ultima a morire'. Certamente seguiremo e immagino anche il sindaco Mascaro seguirà, passo, passo, quanto concordato, e se dovesse essere necessario, il grido del rispetto del 'mantenimento dell'impegno assunto', non potrà e non dovrà mancare. Sicuramente, il sottoscritto, con l'eco della stampa che ama e manifesta per Lamezia, non rimarrà in silenzio, assieme al comitato che allo scopo si è costituito".