Catanzaro
 

Catanzaro, Riccio: “Rotatoria Giovino, chi deve realizzare la complanare?”

"Nei mesi scorsi abbiamo assistito a conferenze stampa e tagli del nastro 'fuffa' relativamente alla realizzazione della rotatoria di Giovino dove Anas e Comune non trovavano di meglio che autocelebrarsi e magnificarsi a vicenda, quasi che stessero dando vita al ponte sullo Stretto. Il sottoscritto, in perfetta solitudine, ha lanciato più volte un grido di allarme rispetto alla necessaria realizzazione della complanare a monte e parallela alla SS 106, prevista dalla progettazione dell'Anas, preliminare alla messa in sicurezza della rotatoria. Si sarebbero dovuti, quindi, spostare gli accessi a 150 metri dall'incrocio, così come disposto dal Codice della strada. Risultato? Niente di fatto e della complanare neanche l'ombra. Ora che è stato chiuso l'accesso alle abitazioni di fronte alla rotatoria, viene spontaneo chiedere al sindaco di convocare, con immediatezza, una conferenza dei servizi dove si possa concretamente discutere dei lavori della complanare e di chi è tenuto a realizzarli. Opera che magari deve essere realizzata nel tratto compreso tra via Izzi de Falenta e la rotatoria di Bellino. Possibile che in questa città non si è ancora capito che quando si costruisce un insediamento abitativo ci si deve dotare di servizi a partire dalle strade? Se come sempre confidiamo nell'impegno del sindaco, personalmente non mancherò, per il bene della comunità, di vigilare e tenere alta la guardia". E' quanto afferma, in una nota, il consigliere comunale di Catanzaro, Eugenio Riccio.