Regionali, Giudiceandrea chiude la campagna elettorale

La campagna elettorale elettorale di Giuseppe Giudiceandrea, candidato del Partito democratico al consiglio regionale della Calabria a sostegno di Pippo Callipo governatore della Calabria, si chiude in un Hotel Royal pieno di entusiasmo e di persone che vogliono continuare il percorso di rinnovamento che il Pd di Nicola Zingaretti sta portando anche in Calabria.

Al fianco di Giuseppe Giudiceandrea c'erano due dei volti di questo nuovo corso del Partito democratico: il componente della segreteria nazionale Pd Marco Furfato, responsabile della Comunicazione, e Maria Pia "Mapi" Pizzolante della direzione nazionale.

Due giovani che Zingaretti ha voluto fortemente come simbolo di un Pd che guarda al futuro con le radici ben salde a Sinistra.

E proprio per questo forte radicamento a Sinistra e nel sociale che Furfaro e Pizzolante si schierano al fianco di Giuseppe Giudiceandrea che ha ereditato e portato avanti gli insegnamenti del padre Giovambattista, compagno, sindaco di Calopezzati, insegnante e fondatore della rivista "Idee per la Sinistra" e dalla madre Rita Pisano, partigiana, primo cittadino di Pedace che attirò l'attenzione del pittore Pablo Picasso per la sua tenacia politica tanto da definirla la "giovane figlia della Calabria".

«Sono convinta che Giuseppe Giudiceandrea sia la persona giusta per rappresentare questa terra e l'idea di rinnovamento che con Nicola Zingaretti stiamo portando avanti già da Piazza Grande - dice Mapi Pizzolante - In questa terra, dove gli errori del passato rischiano di compromettere il futuro e ancora più importante chi come Giuseppe ha radici ben solide nel passato, quello della sua straordinaria famiglia e le ali per guardare al futuro, lavorando sempre insieme alla sua e nostra comunità, alle persone, a chi è più in difficoltà. Forza Giuseppe, c'è una Calabria bellissima che deve essere rappresentata».

Gli fa eco Marco Furfaro. «In Calabria il Partito democratico e il centrosinistra stanno portando avanti un percorso di rinnovamento, di onestà, di trasparenza, di competenza, di una nuova passione politica che Giuseppe Giudiceandrea incarna. Lui rappresenta al meglio queste caratteristiche perché ha le radici ben piantate nella sua terra, una persona specchiata che ha sempre aiutato gli altri e che potrà aiutare la Calabria a risollevarsi, a mettere in condizione quei ragazzi costretti a partire di poter tornare in questi luoghi. Giuseppe Giudiceandrea va sostenuto perché è contrario alle logiche criminali ed è un sostenitore della legalità; Giuseppe Giudiceandrea va sostenuto perché rappresenta chi ha coraggio di lottare per dei valori e degli ideali giusti».

«Ci aspetta una sfida importante non solo per Calabria ma per tutto il Paese - dice Giuseppe Giudiceandrea - arginare questa destra così spaventosa e inadeguata a governare il bene pubblico. Il centrosinistra può e deve fare molto ancora per la nostra terra. Qualcosa di buono è stato fatto ma altro bisogna ancora fare e tutto questo si può insieme a Pippo Callipo, imprenditore che ama la Calabria, che fra il profitto e gli operai sceglie questi ultimi e che invece di godersi il frutto del suo lavoro a casa sua ha scelto di mettersi al servizio della comunità. A lui dobbiamo dare forza e fiducia. Ringrazio Marco Furfaro e Mapi Pizzolante per le loro parole e il loro sostegno che mi onora e mi spinge ad andare avanti. C'è un lavoro per migliorare la Calabria che va terminato. Invito tutti ad andare votare per Callipo perché non è vero che le persone che fanno politica sono tutte identiche. Guardate chi candida il centrodestra in Calabria, come possono portare avanti i valori di leader nazionali che fanno della discriminazione verso le donne, verso lo straniero e persino verso i meridionali? Io grazie al vostro sostegno sento doveroso terminare il percorso iniziato per migliorare questa terra».