San Donato di N. (Cs), Oliverio: “In Calabria serve piano straordinario di sviluppo strutturale e strategico”

La Calabria ha bisogno dello stesso piano straordinario di sviluppo strutturale e strategico messo in campo in Germania all'indomani, 30 anni fa, della caduta del Muro di Berlino, icona della Guerra Fredda. Si stima che la cifra la ricostruzione e per consolidare l'unione delle due Germanie, ufficializzata il 3 ottobre del 1990, si aggiri complessivamente tra i 1300 ed i 2000 miliardi di euro. In una decina d'anni non soltanto è stato recuperato il ritardo dell'ex Repubblica Democratica Tedesca (DDR) ma la Germania unita è diventata il motore non solo economico dell'Europa. Per sanare il gap Sud-Nord che si trascina intatto da circa 160 anni serve non solo alla Calabria ma all'Italia intera un piano straordinario di investimenti. Per recuperare tutti i ritardi accumulati nel Mezzogiorno, tra questi l'abbandono socio-culturale ed economico dell'entroterra (che rappresenta l'80% dei territori calabresi) ma soprattutto per rafforzare complessivamente e strategicamente la competitività nazionale.

È quanto ha dichiarato il Presidente della Giunta Regionale Mario Oliverio intervenendo nei giorni scorsi al confronto dal titolo, Ritorno all'entroterra per far vincere il Sud in occasione dell'inaugurazione del rifugio montano (1400 metri) sul Pollino, nel territorio di Piano di Lanzo, nel comune di San Donato di Ninea. L'evento, promosso dall'Amministrazione Comunale, insieme Rete Siamo Tutti Co-Produttori di Otto Torri sullo Jonio, il Progetto Nostos – Marcatori Identitari per i Turismi e la Comunità Slow Food per la valorizzazione della identità enogastronomica arbërëshe era inserito nel quadro della 29esima Festa d'Autunno, dedicata alla valorizzazione e degustazione della castagna calabrese.

Nel complimentarsi sia con l'Esecutivo Di Giorno per il progetto di rilancio del rifugio e per il bando per la sua gestione, sia con Otto Torri sullo Jonio per l'organizzazione del nuovo, riuscito confronto imprenditori-istituzioni sull'entroterra, Oliverio ha ricordato l'impegno della Regione Calabria per l'economia green, il ritorno alla terra dei giovani, la promozione dei borghi, il consumo zero del territorio, la valorizzazione del patrimonio identitari, dei Parchi e dell'enogastronomia di qualità, sottolineando infine il riconoscimento importante ricevuto dalla Commissione Europea per il raggiungimento del target di spesa dei fondi europei.

Oltre ad Oliverio, coordinati da Lenin Montesanto responsabile della Rete Siamo Tutti Co-Produttori e direttore di Otto Torri sullo Jonio sono intervenuti il Sindaco Jim Di Giorno per il quale la struttura oggi riqualificata attraverso l'investimento di fondi di bilancio, resa accessibile ed eco-sostenibile appartiene a tutto il territorio e sarà in rete con l'Ostello nel Centro Storico inaugurato dallo stesso Governatore nel corso della passata edizione della Festa d'Autunno, affidato in gestione e perfettamente funzionante da un punto di vista turistico e ricettivo; il vicesindaco Angelo De Maio che, illustrando la procedura aperta messa a bando per l'affidamento del rifugio come struttura extralberghiera ha sottolineato, tra gli altri aspetti, il fatto che esso sia stato reso, attraverso impianto fotovoltaico e batterie di accumulo, auto sufficiente dal punto energetico; il vice sindaco di Terranova da Sibari Massimiliano Smiriglia che, rilanciando il tema della necessità di un piano agrumicolo ed olivicolo regionale, strettamente connesso alla questione del basso costo delle produzioni locali e dello stesso spopolamento dei territori, in particolare dell'entroterra, ha sottolineato come il ritorno alla terra rappresenti oggi il ritorno al futuro; il portavoce della Comunità Slow Food Arberia Cosentina Roberto Matrangolo che ha insistito sull'importanza strategica della sovranità alimentare e della valorizzazione del cibo identitario nell'azione di rilancio durevole dell'entroterra; il presidente del Parco Nazionale del Pollino Domenico Pappaterra che, parlando di positiva inversione di tendenza nell'attenzione alle aree interne, complimentandosi con l'Amministrazione Comunale per l'impegno concreto nella promozione e fruizione dell'entroterra e auspicando che San Donato di Ninea possa presto rientrare nella rete nazionale dei borghi più belli d'Italia, ha sottolineato l'impegno del Parco rispetto alla previsione di una bretella di collegamento fino a Piano di Lanzo del progetto di ciclovia dei parchi; Laura Barbieri presidente provinciale di Cosenza della Federazione Italiana Pubblici Esercenti (FIPE) che si è soffermata sia sulla necessità di territorialità, stagionalità e qualità dell'offerta enogastronomica come chiave di successo della proposta turistica esperienziale, sia sul valore economico dei piccoli borghi dell'entroterra come marcatori identitari ed emozionali 365 giorni l'anno; il Sindaco di Paludi Stefano Graziano per il quale una delle questioni gravi da affrontare resta la sconoscenza della Calabria da parte degli stessi calabresi; il Sindaco di Cariati Filomena Greco che ha rilanciato la strategicità della comunicazione interna insieme alla formazione degli stessi residenti all'accoglienza quali leve per fare turismo esperienziale tutto l'anno, valorizzando borghi ed entroterra, ma senza rinunciare alla qualità e smettendola di presentare la Calabria come regione a basso costo nella quale l'ospite spesso non trova prodotti locali di eccellenza; il Presidente provinciale di Cosenza dell'Unione Nazionale delle Pro Loco Italiane (UNPLI) Angelo Grosso La Valle che ha parlato dell'importanza, nell'azione di rilancio delle aree interne, della partnership pubblico-privata, dell'ascolto dei territori, di marketing di influenza e di coscienza di appartenenza;l'Amministratore Delegato di La Valle LVL Interlines e Tnc Trasporti Maria La Valle che ha insistito sulla necessità semplificare viaggio ed accessibilità alle destinazioni turistiche; l'Amministratore Unico di Terme Sibarite Spa Domenico Lione che è ritornato sul valore dell'offerta complessiva di turismi diversi legati ad un unico territorio; Gianfranco De Franco del consorzio turistico Calabria Vigorosa che, illustrando la Guida Digitale si è soffermato sull'importanza spesso sottovalutata del turismo di prossimità, soprattutto per le aree interne e, infine, Fortunato Amarelli Presidente di Confindustria Cosenza che citando il cosiddetto turismo dei posti irraggiungibili ha richiamato l'attenzione su organizzazione e competenza come binomio inscindibile e imprescindibile per ogni progettazione turistica. - (Fonte: Comune di San Donato di N. - Comunicazione Istituzionale/Strategica Lenin Montesanto – Comunicazione & Lobbying).