Reggio Calabria
 

Reggio, Inner Wheel: insediati i nuovi comitati direttivi

Nuovo anno sociale per l'International Inner Wheel. Dal 1° luglio, infatti, si sono insediati i nuovi Comitati direttivi, nazionale, distrettuali e territoriali. L'Inner Wheel è ad oggi la più grande organizzazione femminile di service al mondo, pronta a celebrare il centenario nel 2024, che vanta sei Rappresentanti all'ONU nella Commissione per la condizione delle donne e delle ragazze. Per il Distretto 211- Italia, che comprende Calabria e Sicilia e conta 39 Club e quasi 1000 socie, la nuova Governatrice è Luisa Gangeri Nostro, del club di Reggio Calabria. E' la prima volta che – in 28 anni di attività– il Club reggino vede eletta Governatrice una sua socia. Un risultato che riempie di orgoglio e che premia il grande lavoro svolto dalle socie sul territorio al fianco degli ultimi, sollecitando i decisori pubblici ad una maggiore apertura all'universo femminile e all'eliminazione degli ostacoli che impediscono un'uguaglianza sostanziale di tutti i cittadini.

Il tema "Lead the change" scelto dalla presidente internazionale Bina Vyas, la settima donna indiana a raggiungere questo ambito posto, è ispirato proprio a "Guidare il cambiamento", affinché si realizzi una differenza positiva, significativa e rilevante nel mondo.
Nel Comitato direttivo del Distretto 211 con la Governatrice Luisa Gangeri Nostro, anche Anna Muritano Briante, un'altra socia reggina eletta per il ruolo di Segretaria distrettuale.

"In questi anni - ha detto la Governatrice nel suo discorso di insediamento - ho vissuto il Distretto in modo totale, davvero appagante anche se impegnativo, ricoprendo per due anni il ruolo di Tesoriera e quest'anno appena trascorso quello di ViceGovernatrice. Non dobbiamo risparmiarci, affinchè il nostro operare sia ancora più incisivo e concreto verso il superamento degli ostacoli che quotidianamente incontrano i soggetti più vulnerabili della nostra società, donne, bambini, anziani. Perché oggi più che mai le disuguaglianze economiche e sociali si moltiplicheranno e la nostra presenza dovrà essere discreta, ma costante".