Reggio, Princi (Uiltemp): “Riconosciuti smart working e spettanze arretrate ad assistenti educativi e alla comunicazione”

"Decisivo è stato il nostro intervento che riconosce lo smart working alle Assistenti Educative e alla Comunicazione della città metropolitana di Reggio Calabria, impiegate nelle scuole secondarie di secondo grado della Città Metropolitana". Lo dichiara, in una nota, il segretario provinciale Uiltemp, Stefano Princi.

"Ci siamo attivati immediatamente a favore di questi lavoratori – afferma Princi- inviando una specifica richiesta di intervento alla Città Metropolitana che proprio nella giornata di ieri ha provveduto ad autorizzare con una circolare i Dirigenti Scolastici delle scuole secondarie di II^ grado all'applicazione del DPCM 9 marzo 2020 art. 9 che sostanzialmente riconosce anche alle Assistenti Educative e alla Comunicazione la possibilità di ricorrere allo smart working.

"L'applicazione di questo strumento consentirà alle oltre 400 figure professionali - afferma il dirigente sindacale- che hanno un contratto di lavoro privo di qualsiasi ammortizzatore sociale, le spettanze anche nel periodo di fermo delle attività didattiche visto che le stesse sono riconosciute nei soli periodi di effettivo svolgimento delle attività lavorative.

Un altro importante punto, riguarda i pagamenti delle spettanze pregresse che, sempre grazie alla nostra missiva, sono state liquidate a favore di questi lavoratori .

Continuiamo a ritenerci soddisfatti – conclude Stefano Princi- per il nostro operato che ha l'obbiettivo di mettere al primo posto la tutela di tutti i lavoratori soprattutto di quelli che sono "invisibile" ma svolgono dei servizi che quotidianamente si rendono indispensabili".

Creato Martedì, 07 Aprile 2020 18:54