Reggio Calabria
 

Sanità, Siclari: "Vicino a Lamberti e a tutti medici calabresi"

"L'ingiustizia sociale che sta colpendo la Calabria e, in particolare, tutto il settore della sanità non è più ammissibile. La scelta del collega Edoardo Lamberti Castronuovo di continuare ad erogare prestazioni sanitarie private nonostante i tagli e le scelte scellerate del commissario Scura, merita tutto il mio sostegno da rappresentante delle istituzioni e da calabrese". Lo afferma il senatore Marco Siclari capogruppo di Forza Italia in commissione igiene e sanità apprendendo, è scritto in una nota, "le condizioni in cui gli operatori sanitari privati sono costretti ad operare pur di mantenere un servizio che sopperisce alle gravi carenze del pubblico e garantire prestazioni sanitarie che, differentemente, sarebbero solo a pagamento". "Continuerò a battermi in tutte le sedi istituzionali - prosegue - per avere risposte concrete dal Governo che, fino a oggi, si è dimostrato incoerente e pronto a sacrificare la salute dei calabresi pur di effettuare i tagli richiesti. La salute non ha prezzo e la decisione del collega medico Lamberti dimostra come le eccellenze del nostro territorio non ammettono ricatti. La salute prima di tutti ma gli operatori privati non possono essere abbandonate al loro destino. Il commissariamento ha fallito e questo è l'ennesima prova. Giorno 17 settembre i responsabili della sanità calabrese, il governatore Oliverio, il commissario Scura, il direttore Brancati e il dg dei Riuniti Frank Benedetto, dovranno relazionare, su mia richiesta, in audizione alla commissione sanità del Senato. Non è mai accaduto in 11 anni di commissariamento che i responsabili riferissero in Parlamento".