Reggio Calabria
 

Buona partenza a Gerace dei workshop del GAL Terre Locridee

Si è svolto a Gerace, nella splendida cornice del Museo Civico, il primo workshop del programma aprile-luglio del Gal "Terre locridee", dal tema "Percorsi di ricerca e innovazione in agricoltura. I progetti presentati dal GAL Terre Locridee a valere sulla misura 16 del PSR Calabria 2014-2020".

Si è aperta la seduta con i saluti di Francesco Macrì, Presidente del GAL Terre Locridee, che ha illustrato il programma dei workshop di partecipazione da aprile a luglio 2018, organizzati per definire e condividere i percorsi di sviluppo locale, ribadendo che tutti i temi trattati in questi incontri sono legati al Pal Gelsomini e che uno dei concetti di base di questo GAL è appunto la partecipazione come strumento di democrazia. Questo programma, dunque, parte da Gerace perché è la cittadina che ha più potenzialità turistiche e, in una visione d'insieme della Locride, rappresenta la ciliegina sulla torta di un'offerta di sviluppo che dovrebbe coinvolgere le peculiarità di tutti i paesi del comprensorio.

Il Sindaco di Gerace, Giuseppe Pezzimenti, oltre a ringraziare il GAL per la scelta del paese che rappresenta, invita a fare di tutto affinché questa ennesima occasione di sviluppo per la Locride sia seguita caparbiamente e non diventi un'occasione persa come spesso avviene in questo territorio.

Successivamente si è giunti alla presentazione a cura di Ettore Lacopo, Presidente dell'Ordine dei Commercialisti di Locri e membro del CdA del GAL "Terre Locridee". Lacopo comunica che la struttura del Gal ha affiancato le aziende nella redazione dei progetti e nella fase di presentazione degli stessi e ha dunque permesso la presentazione di "Viti e vitigni del basso Jonio Calabrese" e "L'olio della Locride" svolgendo al contempo il ruolo di partner in altri sei piani presentati con la stessa misura: "Calabria Beer lab – Creazione della filiera brassicola calabrese", "Legumical - Antiche leguminose da granella calabresi", "Kepos, il giardino delle meraviglie", "O.F.I. (Opuntia Ficus Indica), "Filiera integrata delle produzioni biologiche Calabresi", "Pianificazione forestale, paesaggistica di indirizzo territoriale".

Altra interessante relazione è stata quella di Ernesto Riggio, Presidente di Enopolis e membro del CdA del GAL "Terre Locridee", che ha illustrato le linee guida e la nuova fase per il Gal "Terre Locridee che da oggi diventa operativa, e inoltre parte anche come unica agenzia di sviluppo del territorio della Locride con il proprio staff di esperti sempre pronti ad affrontare studi e ricerche, per elaborare al meglio tutti i progetti che possono aiutare il territorio a proporsi in modo qualificato verso gli enti che emettono i bandi.

La serata si è conclusa con la presentazione dei progetti da parte di Orlando Sculli, Giovanni Gatti, Domenico Guido e Gianluca Calaudi.

Il prossimo appuntamento si svolgerà a Locri, lunedì 30 aprile, alle ore 17:00, presso il Palazzo della Cultura. Il tema sarà: "Il Rural Center della Locride. Laboratorio di partecipazione per l'innovazione e lo sviluppo locale".

Infine si vuole ringraziare per la collaborazione i 9 comuni sede di altrettanti appuntamenti, gli ordini provinciali di Architetti, Commercialisti e Agronomi, oltre all'Università degli studi "Mediterranea" di Reggio Calabria, presente con molti docenti, e la Regione Calabria.