Cultura
 

Arriva nelle librerie “Due soldi di carità”, il nuovo romanzo di Pietro Femia

Il Gruppo Albatros il Filo è lieto di annunciare l'uscita nelle librerie di "Due soldi di carità" di Pietro Femia Calabria, 1850.

Marco è un bambino di 8 anni che vive vicino Reggio Calabria. Un giorno viene lasciato solo a casa dai genitori costretti a portare suo fratello, con gravi problemi di salute, in ospedale. Marco ha il compito di controllare la stalla con le bestie ma all'improvviso scoppia un incendio che distrugge tutto. Preso dal panico, il piccolo bambino fugge. È disperato e ha paura della reazione dei genitori così si imbarca in un mercantile con l'intento di ritornare in futuro dopo aver messo da parte i soldi per rimediare al disastro. Giunto a Venezia decide di fermarsi. Qui stringe amicizia con due fratelli, Mimì e Cocò, ma soprattutto incontra un distinto signore che viene dalla Svizzera, Vittorio Vetta. Vittorio si intenerisce per questo bambino e decide di portarlo con se. La sua vita prenderà allora un'altra piega. Eppure, ogni incontro che farà non sembrerà casuale ma intrecciato in un preciso disegno.

Pietro Femia è nato nel febbraio del 1948 in un piccolo paese in provincia di Reggio Calabria da una famiglia di contadini poveri. Decise di trasferirsi a Torino all'età di 15 anni. A Torino, e senza un alloggio fisso, iniziò subito a lavorare sodo. Ha lavorato come operaio, lavavetri nei palazzi, operaio nella costruzione di strade e nelle pulizie, commerciante porta a porta, assicuratore ed ha lavorato anche come comparsa in alcuni film e fiction prodotti dalla Rai di Torino come per esempio la fiction sulla vita di Garibaldi e I Promessi Sposi parodia del trio Marchesini, Solenghi, Lopez negli anni '80. Si sposa nel 1974 con una ragazza siciliana e l'anno successivo diede i natali a sua figlia. Da sempre appassionato di astronomia e antiquariato. In pensione si è dedicato completamente all'antiquariato e alla lettura. Ciò che racconta in questo libro è anche in parte autobiografico.