Cosenza
 

L’istituzione della circolare veloce Cosenza-Rende-Unical al centro della commissione consiliare trasporti

La commissione consiliare trasporti di Palazzo dei Bruzi ha avviato un'interlocuzione sulla questione dell'istituzione della circolare veloce unica Cosenza-Rende-Unical e della fornitura di bus elettrici da destinare al servizio integrato di mobilità unica urbana, alla luce delle ultime azioni congiunte portate avanti dai Sindaci di Cosenza e Rende, Mario Occhiuto e Marcello Manna. Come si ricorderà, qualche settimana fa, Occhiuto e Manna avevano chiesto in una lettera alla Presidente della Regione Jole Santelli di autorizzare sin da subito la circolare unica veloce Cosenza-Rende-Unical, anche alla luce delle problematiche di mobilità pubblica nell'area urbana che si presenteranno alla ripresa delle attività scolastiche al termine dell'estate ed alle quali sarà necessario porre rimedio con un'ampia ed effettiva offerta di servizi, anche al fine di contenere la diffusione del Covid-19.

"Le questioni sollevate dai Sindaci di Cosenza e Rende – sottolinea il Presidente della Commissione consiliare trasporti Gisberto Spadafora – sono di stringente attualità e vanno affrontate senza indugio. Bene hanno fatto, dunque, i due primi cittadini ad avanzare delle richieste specifiche alla Presidente Santelli affinché l'esigenza di istituire la circolare veloce Cosenza-Rende-Unical venga percepita come ancora più impellente. Per quanto oggi – ha aggiunto Gisberto Spadafora – permangano impedimenti normativi, come alcune pronunce del TAR, che non hanno consentito in passato il superamento di uno stato di impasse che non è d'aiuto alla soluzione del problema, riteniamo che la Regione possa, anche nella prospettiva della nascita della città unica, far venir meno, con una legislazione ad hoc, ogni ulteriore ostacolo sulla strada della mobilità unica urbana tra Cosenza, Rende e l'Università".