Cosenza
 

Corigliano-Rossano: ex Lsu/Lpu, Scutellà (M5S) si complimenta con Stasi per aver dato attuazione alle nuove direttive del Governo

«Incremento monte ore lavorative fino a 30 ore settimanali per i lavoratori stabilizzati del bacino ex Lsu-Lpu di Corigliano-Rossano, procedura possibile grazie alle nuove quote occupazionali inserite dal Governo nell'ultima legge di bilancio. Ottima iniziativa del sindaco Flavio Stasi che, rimanendo attento all'evoluzione normativa e alle esigenze dei lavoratori, ha reso possibile un nuovo passo verso la definitiva stabilizzazione a tempo pieno di quello che fino a pochi anni fa era solo un bacino lavorativo carico di disagi e senza prospettiva».

È quanto dichiara la portavoce del Movimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati, Elisa Scutellà, commentando positivamente il provvedimento del n.648/2020 dell'Area finanziaria – settore Personale del Comune di Corigliano-Rossano per l'incremento percentuale dell'orario di lavoro a 30 ore per i 147 dipendenti del municipio appartenenti all'ex bacino Lsu-Lpu.

«Si tratta – dice la Deputata – di un altro e importantissimo risultato raggiunto grazie alla determinazione e caparbietà del Governo Conte e della Maggioranza parlamentare che nel mantenere un impegno focale del programma del Movimento ha incrementato il fondo di bilancio e varato le norme necessarie che oggi hanno permesso al sindaco Stasi di dare l'input ad un incremento al monte ore lavorativo».

«Sono doppiamente soddisfatta, non solo perché il primo cittadino non ha perso tempo nel dare seguito all'attuazione delle nuove norme, ma anche perché Corigliano-Rossano, la mia città, è tra le prime in Italia ad aver recepito le nuove disposizioni in tema di stabilizzazione. Credo questa sia la strada giusta – conclude Elisa Scutellà – per rendere proficua e produttiva quella filiera istituzionale che da Roma arriva fino al cuore del territorio dopo aver recepito le istanze nel percorso inverso».