Cosenza
 

Corigliano-Rossano, Scarcello, Olivo, Scorza: “Graziano unico nome per il riscatto del territorio”

«Corigliano-Rossano e la Sibaritide hanno bisogno di rappresentanti autorevoli in seno al prossimo Consiglio regionale. La frammentazione del voto, che spesso ha caratterizzato le scelte elettorali nello Jonio cosentino, fa rischiare a questo territorio di non essere adeguatamente rappresentato. Domenica 26 Gennaio bisognerà votare con coscienza, bisognerà votare chi ha dimostrato nei fatti di avere a cuore le sorti della nostra Città e del suo comprensorio. La nostra opzione era e rimane, convintamente, quella di Giuseppe Graziano: un uomo dello Stato a servizio delle Istituzioni al quale si deve, su tutte, l'intuizione di aver creduto che quest'area della Calabria potesse essere davvero (e non a parole) il vero motore trainante della nostra Regione. Questo è per noi l'unico e vero voto utile per il riscatto di Corigliano-Rossano e della Sibaritide».

È quanto affermano i consiglieri comunali di Opposizione di Corigliano-Rossano, Vincenzo Scarcello e Adele Olivo del gruppo Il Coraggio di Cambiare l'Italia, e Gennaro Scorza del gruppo Graziano Sindaco lanciando un endorsement sulla candidatura di Giuseppe Graziano, candidato capolista dell'UDC al Consiglio regionale nella Circoscrizione Nord.

«Eleggere, oggi – aggiungono – un cittadino di questo territorio in Consiglio regionale è essenziale per avere una eco forte delle emergenze e dei disagi che attanagliano la Sibaritide. Eleggere una persona capace ed autorevole potrebbe significare, invece, cercare di portare a soluzione le tante questioni aperte. Non è solo un problema di rappresentatività ma di capacità. Il nostro sostegno a Giuseppe Graziano non è solo una scelta politica ma è soprattutto una scelta di coscienza. Perché le cose fatte non si cancellano. Graziano è stato chi, pur avendo seduto per pochissimo tempo tra banchi del Consiglio regionale nell'ultima consiliatura, ha impalcato una serie di iniziative che hanno segnato il passo verso una nuova e più concreta rivendicazione di diritti e servizi. È stato grazie ad una sua intuizione che oggi si torna ad avere nuove prospettive sulla mobilità nella Sibaritide, perché si è battuto perché la regionale di dotasse di un nuovo piano trasporti. È stato grazie alle sue battaglie politiche, portate avanti insieme a tanti cittadini di buona volontà, che Corigliano-Rossano hanno avuto la possibilità di avere una deputazione parlamentare di questo territorio eletta in una circoscrizione unica. Così come oggi, se la sede territoriale di Inps da ufficio destinato alla soppressione ha ritrovato nuova centralità, è perché da Consigliere regionale Graziano si è battuto contro tutti i poteri per evitare la chiusura di sportelli previdenziali importati. E poi, quella rivoluzione chiamata fusione che oggi pone Corigliano-Rossano e tutta la Calabria del nord est non più in una condizione di subalternanza rispetto al resto della regione è stata frutto di una battaglia politica-istituzionale che Graziano ha combattuto in solitaria e con non poche insidie che forse gli hanno anche compromesso la permanenza in Consiglio regionale. Domenica, esprimiamo un voto utile e avremo la possibilità di continuare a scrivere la storia politica del territorio, in una coalizione di centro destra che risulterà sicuramente vincente e che potrebbe avere proprio in Giuseppe Graziano un eccellente rappresentante in seno al Governo regionale». ©CMPAGENCY