Cosenza
 

L'amore per la Calabria tra avanguardia artistica e alta cucina a Villapiana (Cs)

L'evento con il maestro Orrico e la nuova frontiera culinaria della sibaritide

Murice il ristorante alla carta del resort di lusso Aldiana Club Calabria apre le porte all'arte contemporanea con Maurizio Orrico, pittore e performer calabrese e uno dei più importanti esponenti dell'avanguardia artistica italiana. Il vernissage presenterà quattro opere della sua collezione. L'evento coinvolgerà il grande pubblico di appassionati e porterà a conoscenza degli ospiti internazionali della struttura il fermento artistico che vive la regione. A condurre il racconto delle opere sarà lo stesso Orrico.

La serata continuerà con una cena d'autore dello chef residente del Murice, Giuseppe Gatto, che proporrà alcuni piatti di pesce selezionati dalla carta del ristorante. Gli faranno sponda lo chef Davide Allegrini e il maestro pasticcere Nicola Netti che si cimenteranno rispettivamente in un fuori tema con un piatto di carne dedicato al Pollino, e con un dolce dedicato agli agrumi della piana di Sibari.

L'evento sarà una vetrina di territorio, portando sotto i riflettori tre autorevoli interpreti della scena produttiva calabrese: i fratelli Viola di Saracena con i loro vini e il famoso Moscato Passito di Saracena, presidio Slow Food, appena insignito per il decimo anno dei 3 bicchieri del Gambero Rosso; i fratelli Perciaccante di Masseria Fornara fautori della rinascita del Riso di Sibari, coltura un tempo importantissima per l'economia del territorio, oggi di nuovo protagonista sulle tavole d'autore dei ristoranti del Sud; Diego Mallamaci, il signore dello zafferano calabrese, dinamico imprenditore dell'agricoltura resiliente dell'Aspromonte reggino.

Il set dell'evento sarà il ristorante pensato, voluto e realizzata da tra giovani imprenditori jonici, un progetto dedicato alla cultura gastronomica sibarita e dell'alto Ionio all'interno di un format d'accoglienza di lusso. Vito Carlomagno, laureato in economia e commercio, che opera nel settore del trasporto pubblico, Giuseppe Gatto, giovane patron del Ristorante Pizzeria Da Lucrezia a Trebisacce e Gennaro Greco, ingegnere edile, specializzato in edilizia turistico-ricettiva hanno unito forze e competenze con l'obiettivo di promuovere la storia e il patrimonio agroalimentare della piana che ha ospitato una delle polis più importanti della Magna Grecia con un format di cultura culinaria che coinvolge piccoli fornitori e aziende del luogo e di tutta la Calabria. Una scommessa pioniera che porta per la prima volta l'identità di questo territorio al di là dei confini nazionali da Villapiana stessa, promuovendola all'interno al villaggio - resort Aldiana avviato per accogliere turisti tedeschi e austriaci.

Murice, così si è voluto chiama il ristorante per comunicare sin dall'insegna la filosofia dei titolari rendendo omaggio al mollusco che ha avuto un ruolo centrale nello sviluppo della civiltà in questa parte del bacino del Mediterraneo e l'antichissima tradizione ittica che vanta la costa della Sibaritide. Ricerca e recupero dei piatti della memoria con spirito contemporaneo sono le linee guida. Non solo un percorso gastronomico, Murice è un format culturale che accoglie protagonisti della scena calabrese, promuovendosi come palcoscenico sui generis.