Cosenza
 

Bisignano (Cs), MeetUp replica all'assessore Nicoletti

"Rispediamo al mittente, ovvero all'Assessore Nicoletti, le accuse dirette al MeetUp Bisignano di aver divulgato notizie false ed inesatte. Se c'è qualcuno che procura allarme sociale nelle famiglie bisignanesi è proprio chi fa trascorrere mesi senza pagare stipendi ai lavoratori, costringendo questi ultimi a protestare per rivendicare i loro giusti e sacrosanti diritti". Lo scrive lo stesso meetup in una nota.

--banner-

"La nostra era una legittima richiesta di chiarimento. Diversi cittadini ci hanno chiesto di intervenire per sapere come stavano le cose.

Volevamo sapere quali soldi il Comune avrebbe utilizzato per permettere il pagamento degli stipendi arretrati dei lavoratori in protesta, se c'era il rischio che venissero danneggiate altre categorie di lavoratori o che non venissero garantiti altri servizi nella nostra città. Domande che evidentemente lo hanno infastidito.
Il chiarimento è stato richiesto perchè si erano diffuse voci in merito all'utilizzo di 241.000 euro, destinati all'asilo nido, per il pagamento di alcune mensilità arretrate ai lavoratori. Circostanza confermata da una cittadina che ha commentato, contraddicendola, una dichiarazione dell'Assessore Nicoletti. Basta leggere sia il post del MeetUp Bisignano ( https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=738883632902570&id=186900914767514 ) sia i commenti per capire come stanno le cose.

Non comprendiamo perchè prima, rispondendo alla nostra richiesta, l'Assessore ci abbia invitato a passare dal Comune (cosa che avremmo fatto in questi giorni) per fornirci chiarimenti, per poi, dopo qualche giorno utilizzare la pagina facebook del Comune al fine di accusare il MeetUp di diffondere notizie false e solo in quel momento spiegare che i 241.000 euro, riguardanti l'asilo nido, erano soldi che il Comune aveva già anticipato e che sono rientrati nelle casse comunali.
Intanto attendiamo di sapere quando avverrà l'apertura dell' asilo nido, così come attendiamo di sapere quando tutte le mensilità arretrate dei dipendenti che hanno protestato verranno saldate.

Ricordiamo che per occuparsi a "360 gradi" di questa città, l' Assessore Nicoletti viene pagato con soldi dei contribuenti e i risultati della sua azione sono sottoposti al giudizio della nostra comunitá. Aspettiamo anche un suo fattivo contributo come Consigliere dell' Ente Provincia da cui la nostra cittá aspetta ancora una rotonda sulla SP 234, dove avvengono frequenti incidenti, e la riapertura del ponte sul Crati, che sta creando notevoli disagi. Infine gli chiediamo di avere maggior rispetto proprio nei confronti di coloro che, autofinanziandosi, fanno politica impegnandosi volontariamente con l' obiettivo di dare voce ai cittadini e di difendere il bene comune senza diffondere nessuna notizia falsa".