‘Cinemambulante’ trasforma Amantea in un set a cielo aperto

Riportare la gente al cinema e il cinema alla gente è già tra gli obiettivi di CinemAmbulante 2019, il progetto itinerante che ha toccato le 5 province calabresi ideato e diretto da La Guarimba, ma quello di trasformare la città di Amantea in un grande set a cielo aperto, è un regalo inaspettato per l'intero territorio.

Venerdì 21 giugno alle ore 20.00 arriva l'evento clou della IV edizione di CinemAmbulante: appuntamento in Piazza La Calavecchia con il finale di Kino Guarimba, la residenza di cineasti e videomaker che, sentendo il desiderio impellente di creare, si sono rifiutati di seguire la strada della produzione "tradizionale" lasciandosi ispirare da questi luoghi. Durante la serata verranno proiettati circa 25 cortometraggi realizzati durante la residenza: short film che racconteranno con occhi stranieri paesaggi e volti di Amantea.

Sono nel 80 gli artisti stranieri (tra registi, fotografi, tecnici e attori) provenienti da 27 Paesi di tutto mondo che hanno risposto alla call di questa edizione invadendo letteralmente le strade di Amantea, dalla marina al centro storico, per girare film e corti. CinemAmbulante non ha solo riportato il cinema alla gente, ma ha ripopolato il comune cosentino in un periodo turisticamente calmo, un esempio di come la cultura può generare turismo responsabile.

Ultime tappe prima del gran finale il 20 giugno a Badolato con il cinema dedicato ai più piccoli e in serata a Lamezia Terme all'Avant-garde con una selezione di corti che, in linea con la vocazione di CinemAmbulante, riflettono su grandi temi del presente, in primis diversità e integrazione.

Il progetto

Cinemambulante è un progetto multiculturale e multidisciplinare che vuole offrire una programmazione cinema per tutti ma anche una residenza di cinema KinoGuarimba che ha l'obiettivo di usare la cultura come strumento di integrazione.
La rassegna è composta da opere cinematografiche realizzate da registi in rappresentanza di quei Paesi e culture ormai stabilite da tempo in Calabria.

L'iniziativa è l'unica realtà in Italia ad aver vinto per tre anni consecutivi il bando MigrArti del MIBAC. Dopo la chiusura del bando MigrArti, l'associazione La Guarimba ha deciso di andare avanti per non far morire l'iniziativa.

Creato Mercoledì, 19 Giugno 2019 14:21