Catanzaro
 

Pitaro (Gruppo Misto): “Interventi immediati per il trasferimento anziani ‘Domus Aurea’ di Chiaravalle”

A proposito di quanto accaduto all'interno della casa di cura "Domus Aurea" di Chiaravalle Centrale, il consigliere regionale Francesco Pitaro (Gruppo misto) ha inoltrato una richiesta di "immediato intervento" alla Presidente della Regione, al Commissario per la Sanità, all'Asp e all'Azienda Ospedaliera Pugliese Ciaccio di Catanzaro e, "visto che si tratta di una situazione di emergenza che deve essere trattata con assoluta tempestività al fine di evitare ulteriori decessi" anche al Prefetto di Catanzaro, "per l'adozione di ogni più opportuno provvedimento". Sottolineando che "occorre agire con immediatezza, anche al fine di permettere che vengano svolte le dovute indagini, per verificare se vi siano o meno altri soggetti contagiati nei detti Comuni". Il consigliere regionale - nella richiesta inviata - premette che: "giorni addietro è stato scoperto un focolaio di covid-19 all'interno della casa di cura; che sono risultati contagiati gli ospiti della struttura ed anche i dipendenti; che a seguito di ciò la presidente Santelli ha emesso un'ordinanza con cui ha vietato gli spostamenti con riferimento ad alcuni dei Comuni nei quali risiedono i dipendenti della struttura al fine di evitare la diffusione del virus; che detta ordinanza riguarda, più precisamente, i Comuni di Chiaravalle, Soverato, Cenadi, Torre di Ruggiero e Vallefiorita; che, tuttavia, la situazione che si è venuta a creare è drammatica; che, infatti, gli ospiti, infettati dal covid-19, si trovano ancora all'interno della struttura e già alcuni di essi sono, purtroppo, deceduti; che all'interno della detta struttura non è possibile garantire agli ospiti, affetti da coronavirus, le dovute cure sanitarie; che, dalle notizie informali avute, pare fosse stato disposto il trasferimento degli ospiti presso una struttura sanitaria e che tale trasferimento è stato però bloccato; che, tuttavia, i pazienti non possono essere trattenuti all'interno della detta struttura e ciò in quanto agli stessi devono essere prestate immediate e tempestive cure; che l'omessa tempestiva prestazione di cure in favore degli ospiti può causare effetti fatali nei confronti degli incolpevoli ospiti della detta struttura; che, inoltre, occorre garantire ai Sindaci dei Comuni, in relazione ai quali la presidente Santelli ha adottato il provvedimento restrittivo, la disponibilità dei tamponi al fine di potere svolgere le dovute e serie indagini in merito alla diffusione dei virus all'interno dei detti Comuni".

A fronte di tutto ciò, il consigliere regionale ha chiesto "che il Presidente della Regione, il Commissario, l'Asp e l'Azienda Ospedaliera Pugliese Ciaccio di Catanzaro vogliano procedere all'immediato trasferimento degli ospiti presenti all'interno della struttura 'Domus Aurea' di Chiaravalle presso un'adeguata struttura ospedaliera, affinché gli stessi possano ricevere le dovute cure sanitarie". Inoltre che si proceda "alla consegna, in favore dei soggetti all'uopo competenti, dei necessari presidi, tra cui i tamponi, al fine di verificare la diffusione del covid-19 all'interno dei Comuni interessati". Infine, Pitaro esprime "solidarietà e vicinanza ai Sindaci coinvolti in questa vicenda, ma in generale a tutti i Sindaci della Calabria che nonostante le difficoltà e gli ostacoli ci stanno mettendo l'anima per arginare la spirale infettiva".