Catanzaro
 

Lamezia Terme (Cz), il M5S chiede gli atti del progetto di via De Gasperi: “Tutelare i residenti della zona”

Con Pec indirizzata al settore Viabilità della Provincia di Catanzaro e in copia ai Vigili del fuoco e alla Procura della Repubblica di Lamezia Terme, a seguito di recente sopralluogo effettuato con un gruppo di attivisti lametini del Movimento 5 Stelle, il deputato M5S Giuseppe d'Ippolito ha richiesto«il rilascio di copie del progetto relativo alla parziale copertura del torrente Cantagalli e alla contestuale realizzazione della sopraelevata di collegamento tra corso della Repubblica (prolungamento di via Cavour), la SP73, via Domenico Porchio e la zona delle tre fontane di Miraglia, nel territorio di Sambiase del Comune di Lamezia Terme». «L'intervento realizzato – ha scritto il parlamentare nella sua richiesta – costituisce l'intera via Alcide De Gasperi, che non esisteva prima della parziale tombatura del torrente Cantagalli.Lì la presenza sulla carreggiata di una serie di lesioni e fratture lungo tutto lo sviluppo del tratto stradale in questione testimonia il progressivo scivolamento di porzione del manto stradale verso l'alveo del torrente Cantagalli». «È da precisare che la porzione di strada in oggetto – ha proseguito lo stesso parlamentare – non è separata dal bordo del torrente da un muro di sostegno ad altezza intera, bensì da un muro che ad una certa quota lascia posto ad una scarpata con angolo di inclinazione prossimo (e in alcuni punti forse superiore) ai 45°». Secondo D'Ippolito, che con gli attivisti locali del Movimento 5 Stelle vuole verificare le carte progettuali a tutela dei cittadini, «negli anni tra il 2017 e il 2019 la velocità di deformazione e di cedimento del tratto di strada interessato sembra aver raggiunto i massimi livelli, incutendo timore nella popolazione residente nelle vicinanze».