Catanzaro
 

Catanzaro, Abramo e Cardamone incontrano il nuovo provveditore amministrazione penitenziaria Calabria

Un incontro cordiale e produttivo per incrementare la sinergia inter-istituzionale. Il sindaco Sergio Abramo e il vicesindaco, Ivan Cardamone, hanno ricevuto a Palazzo De Nobili il nuovo provveditore per l'amministrazione penitenziaria della Calabria, Massimo Parisi.

Affiancato dal capo della segreteria, Calogero Busuito, e dal collaboratore Umberto Mela, Parisi ha dunque potuto mettere a punto, insieme ad Abramo e Cardamone, un'ulteriore piano di collaborazione fra l'amministrazione comunale e l'amministrazione penitenziaria che sia incentrato sui lavori socialmente utili dei detenuti.

In particolare, il Comune e il Provveditorato hanno valutato l'opportunità di impiego dei detenuti per lavori socialmente utili come, per esempio, la cura delle aree verdi.

"Un progetto auspicabile se pensiamo ai grandi spazi verdi di cui ha la competenza il Comune, ma anche alle aree a verde della Provincia, come il Parco della Biodiversità", ha affermato il sindaco parlando anche in qualità di presidente dell'ente intermedio e affermando la sua volontà di coinvolgere in questo percorso il presidente onorario del Parco, Michele Traversa. "Sarebbe una possibilità concreta di reinserimento lavorativo e sociale per i detenuti, un servizio in favore della collettività e della comunità", ha detto ancora il primo cittadino.

Dal canto suo, Parisi ha assicurato che contatterà la direttrice dell'Istituto penitenziario "Ugo Caridi", Angela Paravati, per avviare il percorso burocratico necessario alla realizzazione del rapporto di collaborazione, che dovrà essere regolamentato da apposite convenzioni e autorizzato dal Ministero.

"La partnership fra il Comune e il Provveditorato per l'amministrazione penitenziaria – hanno sottolineato Abramo e Cardamone – va avanti da tempo, come dimostra il trasferimento degli uffici dello stesso Provveditorato nei locali comunali di via San Brunone di Colonia. La sintonia fra le due istituzioni, avviata già con il predecessore di Parisi, Cinzia Calandrino, e con il suo vicario, Rosario Tortorella, ha portato sviluppi positivi per il capoluogo di regione. Siamo sicuri – hanno concluso - che la sensibilità dimostrata dal nuovo provveditore, potrà consentirci di centrare altri importanti e lusinghieri risultati nella cura del territorio e nell'ambito del sociale".