Calcio
 

Catanzaro-Reggina nella storia: il derby lancia gli amaranto verso la B, decide Rivas

catanzaroreggina26febdi Paolo Ficara - Altro che mattoncino. Alla Reggina manca solo di rifinire il tetto, per entrare nella casa della Serie B. Stavolta nessuno se la sente di annullare il gol a Rigoberto Rivas, che di testa chiude sul secondo palo un'azione di Doumbia al 61' sconfiggendo il Catanzaro. Per la gioia dei 300 tifosi amaranto al seguito.

LE SCELTE - Toscano vara un centrocampo di qualità, rimpiazzando lo squalificato Bianchi con Sounas e riproponendo Rivas mezzala sinistra. Denis è il partner di Reginaldo in avanti, ma la novità è in difesa: Blondett gioca al posto di Loiacono, nemmeno in panchina. Solito 3-4-3 per Auteri, con Bianchi mano riferimento centrale in attacco.

A VISO APERTO - Sui rinvii di Guarna, i tre attaccanti di Auteri vanno altissimi ad impedire il tocco corto sui difensori. Corapi si alza in disturbo su De Rose. Toscano, di contro, mette Sounas e Rivas molto vicini alle due punte, creando i presupposti per un quattro contro quattro nei confronti di De Risio e i tre centrali. Questo per spiegare come gli allenatori se la giochino nel primo tempo. Purtroppo il portiere amaranto è a sfavore di vento. Poche le occasioni nella prima frazione. Nel Catanzaro bene De Risio, nella Reggina immenso De Rose.

POLPETTA DALL'HONDURAS - Nella ripresa Toscano, dopo aver già inserito Liotti in luogo di Rubin, chiede il guizzo a Nielsen ma soprattutto a Doumbia. Il francese è l'ennesimo giocatore che si fa trovare pronto alla prima occasione: è il 61' quando si muove in profondità, "trivellando" un pallone che Rivas incorna sul filo del fuorigioco. È il meritato vantaggio per una Reggina adesso a favore di vento, che rischia solo nel finale con Carlini che colpisce il palo.

ALLA FACCIA DEL CALO - Il Bari non va oltre il 2-2 a Terni. La Reggina è a +10 quando siamo a fine febbraio. E meno male che doveva essere il mese del calo di Toscano (per gli avversari), nonché il timore (a Reggio) di subire complotti. C'è il biglietto per la Serie B, l'aereo ci aspetta in pista. Voliamo alti.

CATANZARO-REGGINA 0-1

Rete: 61' Rivas

Catanzaro (3-4-3): Bleve; Celiento, Riggio, Martinelli; Casoli, De Risio, Corapi, Contessa (69' Iuliano); Kanoute (60' Carlini), Bianchimano (66' Di Piazza), Giannone. A disposizione: Mittica, Nicoletti, Urso, Statella, Novello, Iuliano, Pinna, Quaranta, Bayeye. Allenatore: Auteri.

Reggina (3-5-2): Guarna; Blondett, Bertoncini, Rossi; Garufo, Sounas (51' Nielsen), De Rose (88' De Francesco), Rivas, Rubin (46' Liotti); Reginaldo (73' Sarao), Denis (51' Doumbia). A disposizione: Farroni, Gasparetto, Marchi, Rolando, Paolucci, Bellomo. Allenatore: Toscano.

Arbitro: Matteo Marcenaro di Genova