Calcio
 

Bellomo manda in delirio la Urbs Reggina: 0-1 a Bisceglie al 96', agganciato il Rende

bellomodi Paolo Ficara - Il sogno ha avuto inizio. In una partita durata 100 minuti, la Urbs Reggina strappa nel recupero tre punti d'oro sul campo del Bisceglie. Quello che sembrava un pallone innocuo crossato da Salandria al 96', ha trovato un buco nella difesa pugliese sfruttato al volo da Nicola Bellomo, uno dei quattro volti nuovi. Forse il più talentuoso, subito a segno con un gol pesante.

Cevoli se l'è giocata col 4-2-3-1 sin dall'inizio. De Falco a giostrare in mezzo al campo assieme a Zibert, mentre Strambelli qualche passo indietro rispetto a Viola. Mandati in campo dall'inizio due nuovi acquisti, entrambi col ritmo partita essendo stati titolari nel Vicenza e nel Potenza. Ne viene fuori però un primo tempo dal ritmo basso, in cui si segnala solo una girata di Viola ben respinta da Vassallo.

Ad inizio ripresa Strambelli batte tre corner insidiosi da destra, l'occasione più nitida è una spizzata di Tulissi che termina di poco a lato. Oi Cevoli attinge dalla panchina, e per una porzione di match stanno contemporaneamente in campo tutte le quattro stelle di gennaio. Dentro Bellomo e Doumbia che vanno praticamente di punta, out Sandomenico e Viola. Senza peso in attacco, si prova a togliere ogni punto di riferimento. Si sfonda bene a sinistra, ma Vassallo è felino su Tulissi mentre Ungaro, entrato poi al posto di Strambelli, cicca da pochi passi.

Serve tutta la generosità di Salandria per proporre nel recupero il pallone che Bellomo trasformerà in oro, approfittando di uno scivolone di Longo per il gol vittoria. Notevole la gioia nel settore ospiti per il quarto colpo esterno nelle ultime cinque trasferte, nonostante una gara tirata con entrambi i portieri tra i migliori in campo. La Urbs Reggina non è più l'ultima delle calabresi: scavalcata la Vibonese che è caduta a Trapani, agganciato il Rende a quota 31 punti. I silani mantengono la quinta posizione, avendo vinto lo scontro diretto nel girone d'andata. Era fondamentale ottenere un risultato positivo anche con la squadra stravolta dal mercato, adesso c'è da gremire il "Granillo" mercoledì alle 20:30 contro la Viterbese.