Calcio
 

Finali Nazionali del Settore Calcio di Associazioni Sportive Sociali Italiane, San Gregorio campione d'Italia

Ventiquattro squadre, otto regioni e quattro categorie. Sono questi i numeri delle Finali Nazionali del Settore Calcio di Associazioni Sportive Sociali Italiane che si sono svolte a Lignano Sabbiadoro - dal 14 al 16 giugno.

A sfidarsi, in 32 incontri sono state le Regioni di Abruzzo, Calabria, Campania, Lazio, Lombardia, Piemonte, Puglia e Toscana.

Grande orgoglio per la Calabria, nello specifico per Reggio Calabria che, oltre ad aver sfiorato l'impresa dei titoli nel calcio a 5 con la società Clinica Caminiti e nel calcio a 11 con l'Olimpic Gebbione, entrambe fermate in semifinale, per il secondo anno consecutivo, si laurea campione d'Italia nel calcio a 7 grazie all'impresa della società San Gregorio che in finale, in un derby tutto reggino, ha avuto la meglio sulla società La Lumaca Reggina.

A parlare della favola del San Gregorio è il Responsabile nonché capitano della squadra Consolato Cicciu'.

Siamo contenti e soddisfatti tutti sia per la vittoria, che per la gestione. Per noi era importante, dopo anni a provarci questo è stato l'anno giusto per arricchire la nostra bacheca col massimo trofeo nazionale, un bel traguardo per le due squadre finaliste, entrambe di Reggio. Siamo contenti anche di aver regalato una grossa soddisfazione ai comitati ASI Regionale Calabria e Provinciale di Reggio Calabria. Ci tengo a ringraziare tutta l'ASI nello specifico il Responsabile Calcio Megale e il responsabile della Lumaca Reggina Filippo Iachino, molto disponibile a darci una mano durante tutto il torneo.

Infine ringrazio tutti i miei ragazzi che hanno contribuito a far si che la favola diventasse realtà.

La rosa della società San Gregorio:

Portiere: Tomba Fabio;

Difensori: Borgese Demetrio, Cicciù Consolato, Cogliandro Ivan, Romeo Pasquale, Dattola Nicola; Centrocampisti: Criaco Francesco, Cara Domenico, Biacca Marco, Ferraro Tommaso, Cuzzocrea Domenico;

Attaccanti: Costantino Domenico, Mortara Fabio, Corigliano Annunziato.