Ugl Calabria: “Santelli rimuova da incarichi apicali personaggi inefficienti”

"Ancora una volta, stiamo assistendo, attoniti ed indignati, all'ennesima vergognosa fotografia della gestione della sanità pubblica regionale, lasciata in mano a chiunque, se pur incompetente e irresponsabile, nell'indifferenza di Organi di controllo ispettivi dormienti. Ospedali chiusi in ogni provincia della regione, con aggravio della spesa pubblica destinata al potenziamento degli stessi presidi sanitari, Commissari governativi e dirigenti al ramo strapagati ed inoperosi, incapaci a dare risposte e fornire ai calabresi l'assistenza e la tutela della salute dovute, ma lasciati al loro posto, se non ulteriormente promossi ad incarichi più prestigiosi, senza che si sia proceduto al riscontro o al monitoraggio delle loro performance professionali. Tutelare e garantire il diritto alla salute dei cittadini è un preciso dovere di uno Stato democratico efficiente e progredito, così come altrettanto doveroso è attenzionare la Sanità, pubblica e privata, di ogni Regione d'Italia, con particolare riguardo all' operato della classe dirigente a cui viene affidata la gestione del delicato settore.

"L'UGL Calabria, chiede al Presidente della Regione Calabria, Jole Santelli ed al Ministro alla Sanità, Roberto Speranza di prendere atto di quanto emerso dalle scottanti inchieste effettuate nel Comparto sanitario, attivandosi prontamente per rimuovere da incarichi apicali, personaggi assurti alla cronaca per conclamata inefficienza e, nel contempo promuovere e tutelare il fondamentale diritto alla salute dei cittadini calabresi, nell'interesse di una collettività portata allo sfinimento da commissariamenti selvaggi ed improduttivi e gestioni fallimentari di una Sanità pubblica regionale, allo stato attuale malgovernata, chiamata oggi a fronteggiare un'emergenza territoriale senza precedenti. Urge intervenire con azioni decise e dirette, anche nell'interesse primario del personale medico, ausiliare ed infermieristico dell'intera Calabria". Lo scrive Ornella Cuzzupi, segretario Ugl Calabria.