Lega, Granata (Legalità Democratica): “Invernizzi rischia di far implodere il partito in Calabria”

"Nella Lega calabrese esiste una forma di malessere crescente nei confronti del commissario Cristian Invernizzi, che rischia di far implodere il partito. La Lega ha bisogno di un commissario che conosca i reali problemi della Calabria. La Calabria ai calabresi. Con la gestione Invernizzi si rischia di annullare il lavoro svolto. Dopo l'esperienza fallimentare dell'elezione per il rinnovo del consiglio comunale di Rende dove la Lega ha raggiunto solo l'1,4 % del consenso elettorale, con l'azione politica del commissario Invernizzi, la Lega calabrese rischia di non raggiungere la soglia del 4%. Già si è dimesso il Sindaco di San Pietro in Amantea, Lorelli. Il commissario Invernizzi non ha consentito ai giovani leghisti lametini, guidati dall'unico deputato della Lega eletto in Calabria, la presentazione del simbolo della Lega per il rinnovo del consiglio comunale nella città di Lamezia Terme. Già in questi mesi si sono verificate defezioni importanti, nella provincia di Reggio Calabria e nella città di Gioia Tauro. I primi inciampi di una Lega che potrebbe rimediare una brutta figura in Calabria con il rischio del quorum e della mancata rappresentanza. Non si potranno accettare da Invernizzi scelte prive di partecipazione e trasparenza perché il destino dei calabresi deve essere scelto dai calabresi. Ma il solo fatto che in una città come quella di Cosenza e in una Regione che ha, oltretutto, tradizioni di cultura e sensibilità democratiche e che ha espresso uomini della levatura di Giacomo Mancini si possa concepire un modo simile di fare politica. E' inaccettabile che un deputato bergamasco venuto dal Nord, debba decidere il destino della Calabria". Lo dichiara il Presidente dell'Associazione Legalità Democratica Maximiliano Granata.