È Mimmo Battaglia il nuovo capogruppo del Pd in Consiglio regionale

battaglia mimmo ildisppp500"L'incarico viene dalle modalita' che intervengono quando si deve sostituire un capogruppo. Un pensiero ed un saluto al precedente capogruppo e' doveroso per il mio modo di interpretare la politica e la vita". Cosi', parlando con i giornalisti prima dell'incontro del tavolo del centrosinistra in vista delle regionali, Mimmo Battaglia ha commentato la sua elezione a capogruppo del Pd in Consiglio regionale. "Stamattina - prosegue - si e' riunito il gruppo nella sua interezza. Alla presenza del commissario Stefano Graziano, ed all'unanimita' mi ha designato quale capogruppo per rappresentare il Pd in Consiglio regionale in questa fase delicata che e' di chiusura di questa legislatura e di apertura di una fase nuova che si apre oggi con il tavolo del centrosinistra e, quindi, di confronto con alleati storici del Pd e di apertura in ossequio ad una fase nazionale avviata un mese fa e che era impensabile che si aprisse e che ormai proietta tutto in una visione nazionale. Anche le elezioni regionali della Calabria, cosi' come quelle dell'Umbria e dell'Emilia, hanno un portato che esce fuori dai confini regionali. Per cui pensare che si possano fare cose diverse e' sbagliato. Noi oggi apriamo questo cantiere, pensando a dare un'opportunita' al centrosinistra in Calabria e di poter tornare alla guida della Regione. Sono convinto che ci sono tutti i presupposti per offrire una nuova proposta che noi cominceremo ad esporre oggi al tavolo del centrosinistra con il commissario Graziano e, quindi, di aprire una fase in cui si chiude la decima legislatura e si apre un tavolo che portera' alla composizione delle nuove liste e delle nuove aggregazioni per le elezioni regionali".

"E' chiaro - ha detto Battaglia parlando dei rapporti tra il Pd ed il governatore Mario Oliverio - che c'e' un dibattito interno, e' inutile negarlo, che oggi e' stato riportato nell'alveo di una corretta interpretazione di quelli che sono anche i passaggi che le liturgie della politica vogliono. Noi abbiamo sempre chiesto la condivisione: noi siamo l'azionista di maggioranza piu' forte che ha eletto Mario Oliverio nel 2014. Io ricordo a me stesso, prima che ad altri, che il voto in Regione e' congiunto: sono le liste che eleggono il presidente e, quindi, io sono convinto che da oggi si creino i presupposti per evitare le fughe in avanti e che sia riportato tutto nell'ambito di un dibattito che sia il piu' largo condiviso perche' non sono per la mortificazione della storia politica e personale di nessuno, per cui ritengo che si debba intraprendere insieme una strada nuova". "Sono convinto che noi oggi abbiamo gettato le basi e credo che l'unanimita' nella mia designazione - ha concluso Battaglia - sia un primo segnale: non ci sono state divisioni e li ringrazio. Sono convinto che insieme al commissario Graziano possiamo inaugurare una nuova pagina importante per la Calabria".