Coldiretti: “Ponte Cropani? la magistratura autorizza la riparazione della condotta principale”

Quello che ormai è passato agli annali come il "crollo del Ponte di Cropani" che dieci giorni fa ha isolato alcune famiglie e interrotto la fornitura di acqua per l'irrigazione in un comprensorio di circa mille ettari in una importante fase di piantumazione e coltivazione da parte degli agricoltori per quanto riguarda il ripristino della condotta principale dell'impianto irriguo gestito dal Consorzio di Bonifica di Catanzaro ha trovato soluzione. "Infatti - riferisce Fabio Borrello Presidente della Coldiretti Interprovinciale di Catanzaro – Crotone- Vibo- la magistratura ha autorizzato la riparazione della condotta pur facendo rimanere inalterato lo stato dei luoghi per consentire ulteriori valutazioni tecniche e l'accertamento delle eventuali responsabilità. E' stata un'azione sinergica condotta insieme al Consorzio di Bonifica, la Coldiretti sin dal primo minuto ha seguito costantemente la situazione proponendo soluzioni sia per le famiglie isolate che per gli agricoltori che, alla luce dei fatti, si sono dimostrate efficaci, anche denunciando la grave situazione cui poteva andare incontro il comparto agricolo, in mancanza dell'acqua di irrigazione. La struttura ed i tecnici del Consorzio di Bonifica - continua Borrello - hanno lavorato alacremente e senza risparmio, coadiuvati dall'apporto costruttivo della Coldiretti, e questo è sintomo di applicazione di buone pratiche. Un ringraziamento va alla Procura di Catanzaro che, capendo le difficoltà degli agricoltori e i problemi che avevamo evidenziato circa la perdita degli investimenti, in tempi veloci ha autorizzato la riparazione della condotta irrigua. Adesso – conclude Borrello – nel giro di pochi giorni la situazione dovrebbe ritornare alla normalità".