Sanità, Il sud che sogna: “Il 23 luglio insieme ai sindaci del Pollino a Catanzaro per chiedere tutela diritto alla salute”

"Da troppo tempo la sanità calabrese registra malfunzionamenti, disorganizzazione e mancanza di mezzi adeguati a garantire un livello di assistenza sanitaria degno di un paese civile.
Reparti che rischiano la chiusura, carenza di personale, accorpamento di servizi che non garantiscono copertura sufficiente ai territori, mezzi diagnostici obsoleti che costringono ad una continua migrazione sanitaria verso altre regioni. Per questo aderiamo con convinzione e con forza alla mobilitazione lanciata dai sindaci del Pollino per martedì 23 luglio presso la cittadella regionale a Catanzaro per chiedere al commissario gen. Saverio Cotticelli di "affrontare la problematica della rete dei servizi sanitari del territorio del Pollino e dell'Esaro con particolare riferimento alle Case della Salute e provvedimenti immediati ed urgenti per fronteggiare le emergenze ed un serio piano di intervento per il raggiungimento dei LEA". La nostra Costituzione all'art. 32 sancisce che "La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività". Pretendiamo che sia applicata". E' quanto si legge in una nota del movimento "Il sud che sogna".