Altri Sport
 

Riccardo Lavino ottiene a Sulmona il record regionale juniores nel decathlon

Era il 29 maggio del 2011 quando Stefano Milone, a Macerata, conquistava il primato regionale juniores nel decathlon, totalizzando 5657 punti. Oggi, a distanza di quasi nove anni, quel record è stato cancellato da Riccardo Lavino, decatleta reggino in forza all'"Atletica Barbas" del presidente Salvatore Calcagno. Impegnato lo scorso week end sulla pista dello stadio "N. Serafini" di Sulmona, nel corso del "Festival di fine stagione" delle prove multiple, Lavino ha chiuso le dieci prove di specialità con 5858 punti, migliorando il vecchio record di oltre 200 punti e ottenendo il proprio personale in ben 6 discipline (100, peso, 110 h, disco, giavellotto e 1500).

Questi, nel dettaglio, i risultati conseguitidal classe 2000 in terra abruzzese: 100 m. 11,92 (677 punti); lungo 6.00 (587 punti); peso 11.59 (582 punti); alto 1.80 (626 punti); 400 m. 58.02 (483 punti); 110 h 16.40 (688 punti); disco 34,40 (552 punti); asta 3.90 (590 punti); giavellotto 48,38 (565 punti); 1500 m. 5.07.42 (518 punti).

La performance di Sulmona è valsa a Lavino la nona prestazione italiana del 2019 a livello juniores. Una conferma ulteriore della leadership nel centro/sud dell'atleta allenato da Luigi Barbarello, già salito agli onori della cronaca pochi mesi fa a Mofetta grazie al record regionale juniores nel salto con l'asta con la misura di 4.10 metri.

I complimenti per l'eccellente risultato conseguito dal talentuoso decatleta reggino sono giunti anche da Ignazio Vita, presidente del comitato regionale Fidal Calabria.

"Il record regionale – ha detto Riccardo Lavino visibilmente soddisfatto al rientro a Reggio Calabria – mi riempie d'orgoglio. Per me è uno stimolo ulteriore a far bene e a migliorarmi gara dopo gara in una disciplina particolarmente impegnativa come il decathlon.Adesso testa ai prossimi impegni agonistici".