Altri Sport
 

Domenica a Sellia la quarta tappa del Campionato regionale di Speed Down

E' quasi tutto pronto a Sellia per accogliere la quarta tappa del Campionato Regionale di Speed Down che si terrà domenica 22 settembre. E proprio a causa di sopraggiunti impegni tecnici e organizzativi la preannunciata conferenza stampa di presentazione che avrebbe dovuto tenersi questo pomeriggio nella Sala Giunta della sede della Provincia di Catanzaro è stata sostituita in corsa – è il caso di dire – da una riunione operativa anticipata a ieri pomeriggio, alla presenza del sindaco di Sellia, e consigliere provinciale, Davide Zicchinella, di Francesco Rotella, che ha ricoperto il ruolo di consigliere federale con delega alla promozione dello speed down nel mezzogiorno e responsabile coordinatore di tutti gli ispettori di gara FICS, oltre che del vice sindaco di Sellia Vincenzo Sei, dell'assessore Valentina Zicchinella e della consigliera delegata alle Politiche culturali Concetta Folino.

"Se conosci lo speed down te ne innamori e si sposa perfettamente con Sellia per le sue caratteristiche orografiche", ha affermato Zicchinella nel corso della riunione di ieri. Lo speed down è una disciplina molto adrenalinica, competitiva, sana e che rispetta la natura, infatti i mezzi utilizzati non producono alcun inquinamento, né acustico né atmosferico. I piloti scendono lungo strade asfaltate alla guida di mezzi ad energia gravitazionale (privi di motore) e devono impiegare il minor tempo possibile (se si tratta di discesa cronometrata) oppure sopravanzare gli altri concorrenti (in caso di discesa a sfida diretta) per completare percorsi mediamente di circa due chilometri. Serve abilità, coraggio, precisione di guida, capacità di messa a punto del mezzo, tenuta fisica e psicologica.

"Sembra una cosa semplice, ma assemblare queste auto è complicato e poi parliamo, comunque di vere e proprie gare – ha voluto sottolienare Zicchinella – e quindi competizione agonistiche a tutti gli effetti. Voglio ringraziare tutti gli sponsor che hanno voluto sostenere questa nostra iniziativa, a partire della famiglia Bencivenni, la Toyota è una delle case automobilistiche che tanto sta investendo sulle energie rinnovabili e auto che non inquinano. La gara di speed down è anche uno spot per la tutela dell'ambiente perché si fa una gara vera e propria, con tanto agonismo, ma senza inquinare. Abbiamo pensato che Sellia potesse diventare la "Piccola Montecarlo" dello Speed Down" – afferma ancora il sindaco Zicchinella – un richiamo suggestivo per rendere ancora più attrattivo l'appuntamento.

Le auto, quindi, partiranno dal Centro Storico e attraversando i tornanti che dividono la parte antica da quella nuova del paese – uno dei percorsi più belli ed impegnativi del Campionato – per poi terminare la loro corsa a ridosso delle ultime case sulla Strada provinciale 13, direzione Simeri Crichi, e il sindaco ha voluto ringraziare l'Amministrazione di Palazzo di Vetro che è intervenuta in tempi record per la sistemazione del manto stradale che permetterà ai piloti di gareggiare in sicurezza. "Un ringraziamento va anche alla mia Giunta e all'Amministrazione che si è fatto carico di organizzare questo appuntamento, di cui di solito si occupano associazioni o Pro Loco – ha concluso – noi ce ne siamo fatti carico, ma ci tengo a sottolinearlo ancora una volta a costo zero per le casse comunali, attraverso il pagamento delle quote d'iscrizione e il sostegno degli sponsor. E di questo vado molto fiero: questa sarà l'ennesima occasione per far conoscere Sellia a molte persone".

Francesco Rotella, che è anche è il fondatore della "Asd speed down project Settingiano" e presiede da un decennio circa, Settingiano ha spiegato i particolari della tappa e del circuito, partendo proprio dal proprio comune che per diversi anni ha ospitato varie tappe del campionato italiano speed down richiamando partecipanti da ogni parte d'Italia. "Conoscevo questo percorso e ho sempre cercato di portare una tappa del campionato. Finalmente grazie alla collaborazione con l'amministrazione guidata da Davide, ci siamo riusciti – ha spiegato – Sellia ha delle peculiarità uniche per un percorso di questo tipo, prima di tutto perché in gran parte si snoda nel centro abitato, dal centro storico che parte da una quota di circa 580 metri fino a circa una quota di 460, quindi circa cento metri di dislivello: un percorso – spiega ancora – di circa un chilometro e 700 metri e ben sette tornanti in avvio. Durante buona parte della giornata, a partire dalle ore 9.30 e fino a sera Sellia, sarà invasa da queste piccole ma performanti auto senza motore che sfruttano, per muoversi, l'energia gravitazionale – ha spiegato -. Non emettono gas di scarico e non producono inquinamento acustico. È la prima volta che un tale evento si realizza a Sellia".

Ad oggi, nelle diverse categorie, hanno fatto domanda di iscrizione alla gara circa 60 piloti provenienti anche da fuori regione. Ma le richieste aumentano di ora in ora. Appuntamento, quindi, per domenica 22 settembre a partire dalle 9.30.