Agorà
 

Portigliola (RC), Lorella Del Gesso vince la 17esima edizione del concorso nazionale di poesia dialettale “Moschetta”

"La nott" della poetessa molisana di Mafalda (provincia di Campobasso) Lorella Del Gesso ha vinto la XVII edizione del Premio Nazionale di Poesia Dialettale "Moschetta", la cui serata finale ha avuto luogo venerdì scorso nella meravigliosa cornice del teatro greco-romano di Portigliola, alla presenza di un folto pubblico di appassionati provenienti da tutta Italia.
Selezionata tra i 62 componimenti esaminati dalla giuria presieduta da Mario Strati, e composta da Maria Macrì, Giuseppe Macrì, Anna Sofia, Giovanni Filocamo, Santoro Romeo, Giovanni Capogreco e dal segretario Domenico Spanò, la poesia della Del Gesso (alla quale è andato un prezioso pinax d'oro) ha preceduto "'Na vita, 'na tornata" di Costantino Spagnolo (pinax d'argento) di Isola Capo Rizzuto (i cui versi sono stati declamati dalla nipote Alessia Careri) e "Sgrammaticature" di Davide Rocco Colacrai (pinax di bronzo e vincitore della scorsa edizione del "Giugno Locrese") che sebbene sia toscano di Terranuova Bracciolini (Arezzo) si è cimentato col dialetto napoletano.

Un vero e proprio successo di pubblico e di critica, dunque, per la manifestazione organizzata dall'associazione culturale "pro Moschetta) presieduta da Giovanni Capogreco e dalla sua vice Giovanna Panetta, e patrocinata dal Consiglio Regionale della Calabria, dalla Città Metropolitana di Reggio Calabria e dai Comuni di Locri, Gerace, Portigliola, Gioiosa Ionica e Bianco, con la partecipazione di due gruppi teatrali e del consorzio Frujt.

Menzioni d'onore sono andate a "Anmi 'd comar" di Daniela Cortesi da Forlì, "U misteru d'a luna" della locrese Anna Rachele Serrentino e "Scuru" di Gaetano Lia da Monterosso Almo (Ragusa).
Segnalazioni di merito, infine, per "Pedidore" di Lidia Arru da Florinas (Sassari), "L'urtimu pisci spata" del palmese Carmelo Fiorino e "Er pignotto" di Antonio Villa da Formia (Latina).
Tra gli amministratori degli enti che hanno patrocinato l'evento, sono intervenuti l'assessore alla Cultura del Comune di Locri Anna Sofia, il sindaco di Portigliola Rocco Luglio, il sindaco di Bianco Aldo Canturi (il cui comune ha offerto il vino Greco degustato a fine serata) e l'assessore alla Cultura del Comune di Gioiosa Ionica Lidia Ritorto, che a nome della propria amministrazione comunale ha offerto dell'ottimo "pezzo duro gioiosano", anch'esso degustato al termine della manifestazione che da oltre tre lustri valorizza le bellezze del nostro territorio e, grazie all'ottimo lavoro dell'associazione "pro Moschetta" tutela l'uso delle lingue dialettali italiane.
Particolarmente apprezzata, inoltre, l'esibizione musicale dei Koralira, il duo composto da Francesco Speziale e Domenica Rita Buda, i cui brani musicali hanno impreziosito ulteriormente la belle serata.