Agorà
 

A Reggio Calabria conferenza sui trovatori medievali

„Les chançons des troubadours: Le canzoni dei trovatori" è il titolo della conferenza che si terrà venerdì 27 aprile (18,30) ed avrà luogo presso la saletta conferenze della Chiesa di San Giorgio al Corso (ingresso via Giudecca – inizio tapis roulant) di Reggio Calabria. Il primo trovatore di cui sopravvive un qualche componimento è Guilhem de Peitieus, ovvero Guglielmo IX d'Aquitania, (1071–1127). La prima volta che si fa menzione della parola, nella forma trobadors, è in un testo occitano del XII secolo di Peire d'Alvernhe. Mentre il termine francese troubadour viene documentato per la prima volta nel 1575 in un contesto storico atto a individuare il "poeta di lingua d'oc operante nelle corti del XII-XIII secolo". Queste alcune delle cifre che saranno oggetto di analisi nel nuovo incontro, organizzata dal Circolo Culturale „L'Agorà", al quale parteciperà in qualità di relatore la studiosa Maria Antoinette Goicolea.